LOTTA PER VIVERE….INSIEME A ME!

la vita………a tutti i costi

  • maggio: 2017
    L M M G V S D
    « Set    
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    293031  

MA PERCHè NO???

Posted by reggiovunque su settembre 8, 2016

Buonasera a tutti,

torno a scrivere dopo anni,ma sempre pronto(forse molte volte anche in ritardo e x questo me ne scuso) ad approvare le vostre informazioni,richieste e quant altro scrivete in questo blog.

Visto che il mio “travaglio”si è da molti anni concluso(anche se x il momento la mia gamba ha all’interno una piastra con 3 viti),è giusto che il blog vada avanti x i molti casi che negli anni ho letto e soprattutto per dare consigli e pareri a chi si sta immergendo in questo mondo,chiedo a chi è pronto e a chi ne ha voglia,di contattarmi privatamente,e di prendere in mano,insieme a me ma forse con molta più assiduità,questo blog….

 

per chi fosse interessato,che si faccia avanti,di certo NON SMETTEREMO MAI DI LOTTARE,E NEL NOSTRO PICCOLO,DI AIUTARE CHI NE AVESSE BISOGNO!!!

 

 

SALUTI

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

I RICORDI…..

Posted by reggiovunque su novembre 26, 2008

Un ricordo è il vedere una foto di classe di anni e anni fa,

rivivere e ricordarsi una ricorrenza con tutti i famigliari presenti,

una foto di te da piccolo,

e la prima cotta per una ragazza.

Ed ora,TU grande,sei in uno stradone diritto,

ed il tuo destino è quello di camminare avanti,

anche se ogni tanto ti giri.

E voltandoti vedi per terra tutti i ricordi belli della tua ancora breve vita,

e nell’aria invece “volano” tutti i tuoi momenti brutti,

e ricordi che vorresti cancellare.

Poi torni sulla tua strada,e ricominci a camminare,

ma ora,da grande,cerchi di strisciare il piu possibile i piedi

per poter cosi portare con te piu ricordi e cose belle,

ma non ti badi dal camminare piu basso per evitare i momenti brutti

che ancora dovranno arrivare,

perchè anche con quelli,che che se ne dica,

UN UOMO,DIVENTA UOMO…..

…..E TU CAMMINI…….

Posted in Senza Categoria | 1 Comment »

UN ANNO FA……

Posted by reggiovunque su settembre 19, 2008

…..sono pochi i ricordi che la mia testa riesce a “recuperare”,sapevo che dovevo svegliarmi il prima possibile perchè fuori c’era gente che mi aspettava….ed il prima possibile ho fatto,ho aperto gli occhi ed il primo pensiero era verso il ragazzo che mi tirava piccoli ceffoni,al quale risposi:”a finisti???”,chiedendogli poi scusa…….i primi ricordi appena sveglio era sapere che ore erano,essendo entrato alle 7 di mattina……i primi ricordi erano quelli di riuscire il prima possibile mandare un sms ad una persona importante,una persona che volevo non ricordasse quello da lei passato anni prima,neanche per un istante…….Ed era la promessa fatta con mia sorella,quella di,in caso ci fosse qualche problema,fare finta che era tutto ok………

X fortuna di cose,sono riuscito a mandarlo io quel benedetto ma x me importante messaggio…..anche se rimbambito…..e senza sapere cosa nei giorni successivi ci fosse,che mi “aspettasse”,pensavo che quel  mio sforzo fosse valso a qualche cosa,qualche cosa di importante.

Dicevo,mi sono svegliato il prima possibile…peccato che ero sotto “coma formacologico(è giusto scrivere cosi???)”ed il risveglio che pensavo veloce è arrivato 10 ore dopo l’arrivo alla sala operatoria…….esco da quella sala e vedo i miei…….vedo i miei felici,vedo quella farfallina che vi ho raccontato mesi e mesi fa,vedo mia sorella con il cellulare,vedo mio cognato e mio zio,vedo anche persone che vorrei ci fossero state ma non c’erano…….vedo tanto e forse anche piu del dovuto….

Poi non ricordo piu niente fino al giorno dopo……

Ed ora,dopo un anno,siamo ancora qui……..

….la vita mi sta RIcambiando,ed io sto cambiando con essa…….

Posted in Senza Categoria | 9 Comments »

ERA IL 18/09/07….

Posted by reggiovunque su settembre 18, 2008

….Ed era,per l’esattezza 1 anno fa…..un anno fa a quest’ora ero all’ospedale che aspettavo che mi dessero la camera”a tipo “hotel”,avevo intravisto MARCO COLUMBRO,e quel suo:”CIAO”,di risposta al mio,mi aveva dato tanta fiducia……..

Ma tornando a noi….la mattina del 18 è inutile dirlo,ero sveglio sin dalle prime luci dell’alba…le telefonate dei parenti e degli amici,era come se le vivessi in terza persona….erano x me,ma a commuoversi quasi sempre era mia mamma……ogni lacrima sua che scendeva era x me un tuffo al cuore….un desiderio di impotenza perchè non sapevo cosa avrebbe potuto,in quel momento,farle bene….e allora facevo  a lei battute del tipo:”non parto in guerra”,oppure:”e quando mi sposo che fai???”,ecc…..cercando di ammortizzare il tutto…..vedendo anche le risate FORZATE di mio padre…..

Ero triste tanto triste,non per me che vivevo in una specie di “limbo”,vivevo tutto con quella mia  inconsapevolezza,superficialità,quella mania di protagonismo (se cosi si puo chiamare),pronto a fare x l’ennesima volta meravigliare i miei parenti e tutte quelle persone che sin da piccolo mi sono state vicino….Ero invece molto preoccupato per  i miei(e non posso neanche immaginare come potessero loro stare 1 anno fa a quest’ora,un giorno prima dell’operazione,e dopo avermi lasciato li in quella camera,perchè se provo un secondo solo a pensarlo,starei ancora piu male oggi di allora).

Io ragazzi che leggete questo forum,ho vissuto il tutto invece come se fossi i miei occhiali da sole….occhiali grandi che occupano mezza faccia e nascondono le espressioni,occhiali che ho cominciato ad amare anni fa x altri motivi e che poi mi sono serviti anche a nascondere qualsiasi emozione,cercando,in qualsiasi modo,di “offuscare” quella parte di me “debole”,se cosi possiamo chiamarla….ed allora occhiali da sole sin dentro casa 1 minuto prima di partire…occhiali da sole dentro l’ospedale,occhiali da sole mentre parlo con i miei……..occhiale da sole tolto solo quando mi sono messo nel mio lettino……

La cosa bella,ma a tratti sconvolgente è che,come dicevo prima,non ho mai avuto quella sensazione di “paura” che poteva essere anche comprensibile….il motivo mi sfugge sinceramente ed ho cercato di interpretarlo cosi:o avevo tanta paura,che piu paura non si puo(e come si dice,quando si tocca il fondo in qualche modo si risale),oppure la mia voglia di far vedere agli altri il coraggio che avevo(un pò di “buffonaggine” diciamo),ha messo in secondo piano tutti i sentimenti….

bene……..a rileggere il tutto non ce la farei perchè gia a pensare,a distanza di un anno le telefonate ricevute a casa,la commozione dei miei interlocutori e quella di mia mamma,a distanza di un anno,mi fa piu emozionare oggi,che in quei momenti…..

quindi vi lascio queste parole,scritte chissà come,chissà se in italiano,ma con il cuore,……..sentimenti contrastanti che hanno offuscato e accompagnato me a cambiare,x l’ennesima volta ma questa volta in modo positivo,la mia vita……

poi c’è il giorno dell’operazione……..ma questa è un’altra storia,che vi racconterò domani

ciao e grazie

Posted in Senza Categoria | 2 Comments »

DOPO MESI E MESI…….

Posted by reggiovunque su luglio 9, 2008

…..era anche giusto tornare a scrivere…….scrivere per chi attraverso quello che ha letto,ha preso coraggio e rimesso in “discussione” la propria vita,scrivere per chi ha “conosciuto”questo mio spazio e non ha esitato a mandarmi i propri auguri ed a congratularsi con me(ma alcune volte penso che se non fossi io a scrivere di me stesso,non ci sarebbero tutte questi “elogi”),e scrivere per le persone che mi vogliono bene.

Le cose ultimamente non sono andate come “desideravo”….da marzo in poi tutto quel tempo che avevo “recuperato” è andato via via perso,e mi ritroverò questa estate a “viverla” con il tutore in ferro.

Dire che credevo di poter arrivare ad agosto senza niente e poter “vivere” un estate tranquilla,era quello che sognavo ed immaginavo,ma cosi putroppo,non lo sarà.E tutto questo lo si è appreso venerdi scorso,dopo l’ultima visita e nel vedere che una piccola “scheggia” di “nero” nella lastra della gamba,avrebbe(se fatta l’operazione x l’esportazione del tutore)potuto compromettere tutto,e costretto il dottore a mettermi un gesso non fin sotto il ginocchio ma fino all’inguine,si è optato x l’operazione a settembre.

D’impatto mi è sembrato che per l’ennesima volta in 29 anni di vita il mondo mi cadesse addosso,ma anche se “abituato”,era stavolta un peso insostenibile da poter riuscire a vincere….e cosi mi sono isolato…..isolato da tutto e tutti,da tutte le persone che mi hanno cercato e mi chiedevano come stavo,da quelli amici che giu al mare mi aspettano,ed anche dalla mia famiglia,che non mi sentiva parlare,mi vedeva poco in casa(eppure viviamo nello stesso tetto)…….

I sogni di tante notti,il sogno di poter arrivare in estate senza problemi e pensieri,si era infranto,la “mia” estate,quelle giornate senza pensieri…quelle giornati di “torno a casa solo per farmi la doccia”,non è piu realizzabile….e allora quale altro “buon” motivo di non “rimurginare” tutto,se non questa……quale non buon motivo di subire tutti i mesi trascorsi in casa(10 mesi ora mai)se non questo………..

E sono tornato nel “buio” che vivevo anni fa,in quel buio che penso ogni persona deve dare conto,almeno una volta nella vita,ma che io oramai ero abituato ad “affrontare”.Quella solitudine “volontaria”,solitudine “chiassosa” per le tante persone che chiedevano di me ed io non volevo fare sapere niente a loro…..

La solitudine,argomento che riaffronteremo in un altra circostanza,ma alla quale,in una certa maniera,ero abituato a conviverci(perchè secondo me una “solitudine giusta” è sempre buona cosa,nella vita),ma che stavolta pensavo potesse distruggermi…..e cosi stava facendo….2 giorni di assoluto silenzio…….il letto mio migliore amico,e i pensieri che passavano a mille all’ora in testa….pensieri belli,brutti,tristi,offuscati…..pensieri che poi vanno a ricadere a 15 anni fa,alla scomparsa del nonno….quel nonno che la notte prima dei funerali mi ha fatto piangere…….era il 4 luglio del 93…..a reggio c’era il diluvio con fulmini che sembrava lo “sbarco in Normandia”…..io ogni 10 minuti al telefono con mio padre che era a casa di mio nonno oramai senza vita(che è di fronte alla casa dei nonni materni dove stavo),per cercare un qualcosa dove aggrapparmi…..mio padre dall’altra parte che mi tiene….mi tira su……mi “Salva”,ma al mettere giu la cornetta,piangevo…..piangevo…piangevo……con la scusa dei lampi e dei tuoni,potevo anche nascondere il pianto……ma era il mio ultimo pensiero…….pianto scrosciante……pianto che non ha smesso x tutta la notte,e piangevo anche il giorno del funerale…….poi arrivo a casa dei nonni paterni e stop….tutto si ferma……..forse perchè le lacrime erano finite,forse perchè i nervi erano saltati o forse per l’intervento da lassu di mio nonno(che non ho visto giacente nella bara e che pochissime volte sono andato a trovare al cimitero,ma solo perchè non “mi sento all’altezza” di poter andare,ma che sempre penso ed ancora “ammiro”)incomincio a ridere….con i miei cugini,piu piccoli,cerco di intrattenere in qualche maniera……e tutto questa forza anche mio padre ed i miei zii mi “incitavano”,cercando di “smorzare” il giorno,il piu brutto della mia vita……tantissima gente dentro e fuori la chiesa…..tantissima perchè era “temuto” il nonno…..era un armadio e si faceva rispettare,al gebbione,ma era anche e soprattutto rispettatissimo…..

 

Ecco,ripensando anche a questo,e rivedendo le foto di come avevo la “gamba” prima,mi so preso di forza,coraggio e consapevolezza che si è già fatto tanto….e che se non sarà per questa estate,sarà per il prossimo,e che non era giusto x niente e x nessuno dover compromettere tutti gli sforzi fatti (da me e dai miei)ed i dolori subiti, per un piccolo “contrattempo”…….e mi vedo la gamba ora,e la vedo “bella”,”viva”….piena di voglia di “nascere” e camminare…….una gamba che mi dice:”antonio,dammi tempo che ti percio”….una gamba che mi sorride quasi……..

 

 

….ed è per questo,x mio nonno(unica persona che io abbia mai “temuto”)al quale non posso deludere cosi dopo che ho superato gran parte della salità con serenità e tranquillita(anche nel dolore),x i miei che mi hanno visto cosi ed in questi mesi hanno sofferto sicuramente piu di quello che ho sofferto io(perchè non sapevano cosa avevo e che intensità di dolori avevo)e per tutte quelle persone che mi vogliono bene,e che anche in questo “stupito” blog hanno e credono in me,che dico…..

 

MONDO…….IO NON SONO SCOMPARSO,E PRIMA O POI VENGO E TI RIPIGLIO,COME E MEGLIO DI PRIMA……

Posted in Senza Categoria | 5 Comments »

LA MIA MALFORMAZIONE….

Posted by reggiovunque su maggio 29, 2008

è da pomeriggio che ci penso,e sto aspettando notizie dal mio amico Rosario…

 

Leggendo il suo blog e vedendo un intervento fatto da una ragazza di reggio che ha la stessa malformazione,TANTI DUBBI mi assalgono e mi stanno macinando il cervello….non vorrei che realmente qualche cosa di “grave” e tossico sia giunto anche a reggio in quelli anni……..

 

Chi leggesse qui,e ne sapesse di piu,se può farsi vivo,mi farebbe un piacere……

 

Sto nella “paura” e nell’incertezza di sapere o scoprire qualche cosa che fino ad oggi neanche consideravo…..bho…..

Posted in malformazione | Leave a Comment »

QUESTO ULTIMO PERIODO…..

Posted by reggiovunque su maggio 29, 2008

Premettendo che mi scuso con chi ha scoperto il mio blog poco tempo fa,e dopo averlo scritto,non ha trovato nessun aggiornamento del caso…..

Dal mio ultimo reale intervento,prima delle mie cartelle cliniche,qualcosa effettivamente è cambiato……

Nella gamba mi è stato tolto la “vite” piu lunga e che teneva in trazione l’osso,non permettendo(come ha spiegato il dottore)la progressiva creazione dell’osso.

Togliendo questa vite,e muovendo un po la gamba ha detto che cosi si sarebbe potuti arrivare molto prima al risultato che c’eravamo prefissati oramai 9  mesi fa……

Ed ora si vive giorno per giorno di speranze,possibilità,sogni e quant’altro……..la possibilità di andare al mare tranquillo e senza nessuno di questi ferri nella gamba,mi “affascina”,però ho scoperto che il farsi programmi,aspettative o quant’altro,è tutto molto approssimativo e alcune volte non puo essere rispettato….ma io ci voglio credeve….voglio sperare che entro fine giugno almeno,mi venga detto che devo essere operato x l’asportazione di tutto il tutore,x poi tenere il gesso x 1 mese(il che sarebbe bruttissimo tenerlo giu al mare,con il caldo,un gesso…).

Lo spero perchè penso che in qualche modo,me lo meriti……e soprattutto prima di me se lo meritano le uniche persone che dall’inizio alla fine mi sono stati a fianco,e cioè i MIEI…….hanno rinunciato a tante cose,ma con la felicità che la mia vita possa cambiare……ed io per questo,e soprattutto x loro,non ho mai smesso di lottare,e mai lo farò…..

 

Detto questo,volevo un attimo tornare indietro nel “tempo” e farvi un piccolo “ricamo” alla cartella clinica che avete visto dei primi miei mesi di vita…….un piccolo remake x NON far passare inosservato una cosa fondamentale x me e che non è che abbia scoperto TANTISSIMO TEMPO FA….

Ogni data che si vede a fianco,e non solo di queste cartelle,ma fino a 4 anni di vita,oltre al mio ricorvero in ospedale,aveva un altro significato:MIA MAMMA ERA CON ME E DORMIVA CON ME…….E MI ERA SEMPRE A FIANCO,ero piccolissimo e non me lo ricordo,ma questo “legame” ancora oggi ci unisce e sempre mi unirà verso lei,che non riuscirei a vederla in modo diversa rispetto a quello che è,cioè MAMMA..(non so se sia chiaro il concetto,ma è un concetto dettato dal cuore e da nient’altro).

 

Discorso mio PADRE…lui è FANTASTICO…..pensando a lui lo vedo come mio primo amico…..mio “compagno di gioco”,MIO TUTTO…TUTTO MIO…

TUTTE QUELLE DATE CHE VEDETE A FIANCO DELLE OPERAZIONI,hanno una “pugnalata al cuore x me”…ogni data corrisponde ALLE NOTTI IN CUI MIO PADRE HA DORMITO SOTTO L’OSPEDALE(ricordo a IMOLA….rispetto alle nostre origini,a dove stavamo e ai partenti,IN CULO AL MONDO)IN MACCHINA……..ogni giorno,ogni data,corrisponde ai sacrifici di un PADRE….un padre che ama un figlio,e che forse meriterebbe di piu dal proprio figlio…(soprattutto in passato)…..però è mio padre…..MIO….ed egoisticamente non smetterò mai di “gridarlo” al mondo intero….MIO E SOLO MIO……

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

LA SANITà ITALIANA……

Posted by reggiovunque su maggio 7, 2008

Per la Società italiana, come avete potuto vedere, io sono un portatore di HANDICAP.

Essendo dunque, portatore di handicap,e quindi, per avere un “punteggio”di handicapperia(passatemi il termine e scusate anche per lo stesso),ogni tot  di anni(dipende quando vuoi chiedere alla commissione di essere esaminato,x un tuo qualsiasi motivo) devo affrontare una commissione, che viene definita, “Commissione di prima istanza”. In pratica, per spiegarlo brevemente, questa “commissione di prima istanza” è cosi: in ufficio, c’è un tavolo dove da un lato ci sono tre o più persone, che avrebbero e dovrebbero (il condizionale qua è d’obbligo) dare un “punteggio” reale e veritiero sulla gravità della malformazione.
Tralascio adesso, ma ne parlerò più in seguito, il come e con quanta sufficienza queste persone della commissione di prima istanza, “ti” trattano, pensando loro, che TU voglia prenderli “in giro”.

Adesso però, voglio raccontare,in modo semplice e dettagliato quello che sto “affrontando”.
Non tutti sanno queste procedure:
Queste persone della, lo ripeto, Commissione di prima istanza,  danno a te, persona cioè da loro esaminata, una percentuale di invalidità. Questo è un valore (una dunque percentualità) che varia da malformazione a malformazione, alla gravità di handicap ecc…

 

La mia malformazione congenita, se pur è stata giudicata con la percentuale minima consentita, per cui, posso avere alcune agevolazioni da parte dello Stato (46%)

Come dicevo con questa minima percentuale che mi è stata assegnata, posso avere delle agevolazioni, ma questo però non mi hai mai permesso di avere  “agevolazioni” da minorenne(la pensione invalidi).

 

Una volta superato lo scoglio della commissione di prima istanza, non finisce là, infatti si deve fare un altra visita medica questa volta, e in base all’esito di tale visita, quindi,e in base alla percentuale di handicap, si viene “classificati” in un dettagliato “posto” .

Eh bene, a me, non è stato riconosciuto nessun posto, in quanto, non sanno come giudicare la mia m malformazione congenita

La cosa che lascia me  perplesso è che con questo non sapere, si lavano le mani, cioè non mi danno alcuna risposta, non mi sanno rispondere.

Adesso, cioè da adulto, ho alcuni sconti (ad esempio con la creazione della legge 104 noi altri “invalidi” abbiamo delle agevolazioni sull’acquisto di tutto, con un Iva all’8%, anzichè al 20%),però la cosa che mi lascia alquanto perplesso (per non usare altri termini peggiori), è il fatto di non avere mai avuto in passato alcun sconto (In fin dei conti mica ho scelto io o è stata una colpa mia esser nato con questa malformazione?!). Ancor di più mi lascia allibito il fatto di non esser  stato “catalogato” in alcun “posto” in quanto loro non sanno. Vorrei soltanto essere “giudicato” in base alla mia malattia, ed ottenere quindi ciò che lo stato da di diritto alle persone che realmente hanno problemi fisici. E’ allucinante vedere gente che va in giro senza avere alcun problema fisico avendo anche il simbolo di invalidità attaccato sulla macchina.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

RINGRAZIAMENTI

Posted by reggiovunque su maggio 2, 2008

Apro questo breve “articolo” per ringraziare i tanti Ragazzi/e che solo qualche giorno fa hanno scoperto l’esistenza di questo forum,e che hanno visitato,”commentato” ed incoraggiato me x questa mia “vita”,che x molti era “oscura…..

Ecco,come dicevo ad un ragazzo che “dentro” la mia stanza d’ospedale è entrato(se pur con un sms),quei giorni non sono stati bellissimi.Il motivo era semplice,vuoi la collocazione del letto(vicino la porta),vuoi il fatto che (modestamente parlando),ero apprezzato e oramai amico di un po di persone,mi sono come ritrovato “solo”.Sicuramente non dalla mia famiglia che anzi,era li ogni minuto ed ogni istante,avendo paura forse che potessi “scoppiare” prima o poi(visto che ero fin troppo tranquillo),non da chi negli ultimi anni,prima come ragazza e poi come amica mi è stata VICINISSIMA,non dagli amici che sapevano del mio intervento e che mi sono stati vicini anche con sms…..

Il mio essere “solo” era dato dal fatto che da quella porta,non è entrato nessuno delle persone che avrei voluto al mio fianco…….e questo lo so,è egoismo mio,perchè nessuno poteva entrare,se non era stato avvisato prima di quello che avrei dovuto passare e dell’operazione che mi aspettava….nessuno poteva entrare perchè a nessuno,PRIMA,avevo detto di venire perchè avevo bisogno(un fottutissimo orgoglio del cavolo),ma questo mi ha fatto “male”….e i miei per primi se ne sono accorti,quando x ogni sms o chiamata,li si brillavano gli occhi dicendomi:”VARDA STORTU CHI TUTTI TI VONNU BENI E TI CERCANO”…..

Facevo finta d’essere felice……e forse anche lo ero,finchè non leggevo l’sms o sentivo cosa mi dicevano,e cliccavo quel pulsante rosso del cell,che finiva la chiamata…….Poi tornava il “buio”,quel “buio” che VOI TUTTI ora,facendo e rimembrando quei giorni d’ospedale,mi state facendo sparire,con quella luce,che piano piano va focalizzandosi…….e allora è come se vi vedessi entrare uno a uno……io nel lettino e voi in fila…..pronti a dirmi di tutto,ad incoraggiarmi,a ringraziarmi e a “sorregermi”…..SENZA MAI PROVARE PENA,perchè sapete che non ne ho bisogno e mi farebbe male…

GRAZIE AMICI.

Posted in Senza Categoria | 2 Comments »

CARTELLA CLINICA….PARTE QUARTA…

Posted by reggiovunque su aprile 30, 2008

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »